Il Sagittario e i suoi simboli

Nella natura tutto è ormai morto, i rami sono spogli, gli steli inariditi. Tutto è avvolto da silenzio, terra e vegetazione si preparano alla difesa dai rigori invernali e dal freddo. Nell’aria si percepisce l’immagine di un qualcosa di presente che va preservato affinché possa giungere intatto oltre una prova.

Ciò che è stato accumulato e trasformato nello Scorpione, nel Sagittario viene proiettato verso un fine: congiungere il presente al futuro. Nella natura umana, dopo il travaglio nelle acque stagnanti e paludose, l’essere abbandona ogni resistenza conscia e accede al karma evolutivo sul piano metafisico, oltre la materia.

In questo segno l’energia si lancia verso l’alto, segnando il passaggio dalla percezione mediata dai sensi o dalla ragione, alla percezione immediata dei principi e dei loro rapporti: la coscienza individuale accede al piano delle cause. Così l’uomo inizia il suo cammino verso la trascendenza dei Pesci, sua suprema meta.

Il segno del Sagittario è rappresentato dalla figura mitica del Centauro, in cui la parte inferiore è equina e quella superiore è umana, che tiene un arco teso con la freccia innestata e puntata verso l’alto. Il geroglifico è la freccia, simbolo significativo del segno, che dal mondo inferiore-inconscio punta verso il mondo superiore-conscio. In altre parole, il Sagittario significa sintesi armonica tra animale e umano, unità la cui meta è l’Essere conscio. Non per niente il Sagittario è associato al viaggio, il suo fuoco è un fuoco interiore, simbolo dello spirito che estingue lo spirito materiale per arrivare alla trascendenza. I colori associati al Sagittario sono il porpora e l’arancione, entrambi a base rossa, tonalità che richiama il suo pianeta governatore Giove.

Il mito che rappresenta meglio il Sagittario è proprio quello dei centauri, la cui storia è complessa e si fonde tra mitologia greca e romana fino a essere rappresentata nell’araldica medievale.

In mitologia greca, la figura del centauro ha origine dall’amore sacrilego fra Issione, re dei Lapiti, e una sosia della dea Era, chiamata Nefele. Dalla loro unione nacque, appunto, Centauro, un essere deforme che si accoppiò con le giumente, originando così una razza ibrida, metà uomini e metà cavalli. I centauri sono da sempre caratterizzati come esseri irascibili, violenti, selvaggi e brutali, incapaci di reggere il vino. Caricavano i nemici emettendo urla spaventose, armati di clava o arco. La loro particolarità era di possedere tutti i pregi e tutti i difetti del genere umano, portati però a livelli estremi, tanto che nella mitologia sono stati riservati loro ruoli contrastanti: dalla saggezza (Chirone) alla crudeltà (Nesso). La più famosa leggenda che coinvolge i centauri è quella della loro battaglia contro i Lapiti, la cosiddetta Centauromachia. I centauri erano stati invitati ai festeggiamenti del matrimonio del re ma, non essendo abituati al vino, si ubriacarono, e cercarono di violentare non solo la moglie Ippodoma (“colei che doma i cavalli”) ma anche le altre donne e persino i bambini. Naturalmente scoppiò una battaglia in cui, alla fine, i centauri furono sconfitti e scacciati.

In tempi medievali il Centauro fece comparsa nei bestiari e divenne simbolo degli eretici e della loro dissociazione interiore che li faceva considerare metà cristiani e metà pagani. Nei bestiari, l’eretico-centauro  è spesso rappresentato con i capelli in fiamme, armato di freccia e arco. La preda è una colomba o un cervo, entrambe figurazioni simboliche dell’anima, spesso raffigurate mentre vengono trascinate via dopo la cattura. Dante, invece, pone i centauri nell’Inferno come custodi/giustizieri dei violenti contro il prossimo, in rapporto diretto con il carattere aggressivo avuto in vita.

Un Centauro che merita di essere citato è Chirone, simbolo del centauro saggio, giudizioso, filantropo, moderato. Figlio di Filira (cioè “tiglio”, pianta dai poteri calmanti) e del titano Crono che la sedusse sotto forma di cavallo. Ciò spiega la sua immortalità ed il fatto che avesse l’aspetto di un centauro. Considerato il più saggio e benevolo dei centauri, esperto nelle arti, nelle scienze ed in medicina, ebbe per allievi numerosi eroi tra cui Achille, Enea, Teseo. Chirone era anche medico e ciò indica, nel segno, l’aspetto terapeutico dell’anima guarita dalle passioni terrene.

Da queste rappresentazioni vediamo spiccare alcune caratteristiche tipiche del Sagittario: l’irrazionalità dell’uomo (che si esplicita nell’uso smodato di vino che fa scoccare la violenza), la protervia e l’ostinata resistenza alla voce divina, per cui il nativo viene ricacciato nella disperazione distruttiva che lo allontana dal suo nucleo interiore rendendolo preda di energie istintuali sconsiderate. Ma d’altra parte vediamo anche il tipo gioviale in cui prevale la coscienza, il dominio dei sensi perché l’uomo si interroga sui problemi della vita e della morte.

Alla parte animale (Nesso) si congiunge la parte umana (Chirone); la sintesi è rappresentata dalla freccia cioè dal vettore che corre verso la meta: soltanto nell’equilibrio delle braccia e nella stabilità dello sguardo il Sagittario si realizza.

In questo segno vediamo la dualità in cui l’Io può tentare di superare la propria finitezza per accedere al trans-individuale. Essendo la dinamica tesa all’unificazione, la soggettività viene superata: l’Io vuole espandersi nel mondo circostante e conoscere, superando le frontiere del conscio e del finito, qualcosa che sia superiore all’uomo stesso. L’elevazione è la risposta alla tensione.

Il nativo Sagittario punta interiormente a raggiungere valori e traguardi più individuali e significativi. Per questo motivo tenta di stare lontano dalla passione e dalle tensioni aggressive; il più delle volte la mitezza e la generosità di Chirone vincono sulla barbarie e la confusione di  Nesso. Il nativo vorrebbe evadere dalla dimensione “di consuetudine”: razza, patria, stato, famiglia e dilatarsi nel mondo come idea incarnata.

Per questo motivo, nel segno, c’è la vibrazione sincronica con il Tutto, ossia un tentativo di risoluzione non nella spaccatura e nella radicalizzazione, ma la prova del superamento. Infatti, i centauri sono assunti nell’Olimpo ma dopo aver superato delle prove sulla terra: senza l’esperienza, anche violenta, anche tragica, dell’immanenza non è possibile raggiungere la trascendenza.

Il nativo Sagittario è duplice: un tipo è avventuroso, irrequieto, amante del movimento, concreto e ottimista, l’altro, al contrario, è più attratto dalla vita interiore e da esperienze spirituali, teso a realizzare l’ideale. In entrambi i casi, il nativo è un leader naturale, dotato di calore umano, autentico, capace di attrarre a sé gli altri.

Secondo Kretschmer, studioso degni anni Venti, la personalità della Bilancia è riconducibile ad entrambi i tipi: schizotimico e ciclotimico, entrambi caratterizzati da una tonalità psichica che balza dalla vivacità esagerata alla costanza, dalla instabilità all’ostinazione, un’attenzione mentale diffusa su varie cose per volta, una psicosensorialità di grado elevato e rivolta all’esterno, una preferenza per i lavori più difficili e fedeltà al compito, una notevole capacità di apprendimento con predominanza della sintesi sull’analisi, un’attività mentale orientata alla vita pratica, alla realtà, alla natura, all’obiettività, al concreto, una spiccata tendenza alle forme empiriche, agli oggetti palpabili, al positivo, alle scienze pratiche, infedeltà recidiva ai propositi, un’affettività multilaterale ma di superficie con scarsa tendenza alle grandi passioni, in genere ottimista. Quello che cambia tra i due tipi lo fa l’indole: ci sono nativi più riflessivi, introversi, che ricercano lo spirituale e altri, direi la maggioranza, più pratici, concreti, poco sognatori e, solitamente, estroversi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...